Lo scorso venerdì si è insediato il nuovo Consiglio direttivo dell’Avis – Associazione volontari italiani del sangue – Comunale Bari, il più giovane d’Italia. Tra i membri del Consiglio compaiono Andrea Romano Di Cillo, presidente, Pasquita Alfonsi, vicepresidente vicario, Vito Lacedra, vicepresidente, Raimondo Christian Catalano, tesoriere, Michele Damato, segretario, Pasquale Bacco e Giuseppe Errico, direttori sanitari, e Paola Passaro, Oronzo Renna, Giovanna Risteca, Roberta Pati e Marco Lacedra. Molti sono i progetti e le attività in fase di preparazione e tesi alla promozione della “cultura del dono” del sangue sul territorio barese, come annuncia il neo presidente: “Da giovane donatore barese sono cosciente dell’importante impegno assunto e ingenti sono gli obiettivi che mi sono prefissato di raggiungere, tra i quali diffondere il concetto di donazione tra i più giovani, partendo dalle scuole primarie e dai centri sportivi, semplificare e informatizzare l’accesso alle donazioni e supportare maggiormente i donatori periodici. Posso contare su un gruppo consolidato, formato grazie all’esperienza del servizio civile all’interno dell’Avis, a riprova del fatto che la nostra Associazione va aldilà della sola donazione di sangue, essendo anche una forma di cittadinanza attiva.”

In foto un estratto dell’articolo del 23/06/2015 della Gazzetta del Mezzogiorno